Presentandovi questo nuovo sito web,  l'Archeogalleria IXION inaugura un progetto chiamato “KEMET”, il primigenio nome con cui gli antichi egiziani chiamavano la loro terra natia.

 

 

Il compito che ci siamo assegnati è al contempo semplice ma ambizioso: vogliamo non solo presentare  e offrire gioielli del passato più remoto ma anche ricomporre e rielaborare creativamente manufatti e monili antichissimi, spesso mutili od incompleti, integrandoli  con moderni materiali (preziosi e non) per generare gioielli  vitali e vivibili anche nel nostro mondo contemporaneo.  

 

 Protagonisti di questo progetto che andrà, in un prossimo futuro, ad abbracciare anche altre culture antiche come quella greca, etrusca e romana, saranno quindi, almeno in questa fase inizale, i manufatti egizi in faience, una sorta di ceramica la cui superficie lucida e brillante  può essere considerata un' antichissima progenitrice del moderno vetro. La produzione di questo materiale, popolarissimo nell'antico Egitto, inizia quasi in contemporanea alla comparsa dei primi Faraoni, quindi già dal Periodo Protodinastico (3000 avanti Cristo) e attraverserà tutta la sua millenaria storia.

Amuleti, gioielli,scarabei, ushabti, e vasellame di vario tipo furono realizzati con questa mirabile tecnica che, variando pochi elementi chimici (quarzi, ossidi ed alcali), permetteva agli artigiani di poter usare molteplici colorazioni, dall'azzurro chiaro al nero, dal rosso al bianco. Non solo: a differenza dell' oro e dell' argento (per tradizione la Carne e le Ossa degli Dei) prerogativa solo delle più alte classi nobiliari, l'uso della faience è testimoniato in quasi tutte le classi sociali promosso anche dalla credenza popolare riguardo al potere apotropaico e portafortuna delle perline discoidali e degli elementi tubulari realizzati con tale tecnica.

 

RIUSCITE AD IMMAGINARE QUALCOSA DI PIU' INTRIGANTE ED ESCLUSIVO ?

 

Kemet by Ixion s.n.c.

Androna Chiusa ,2 

34121 Trieste

P. Iva 01111140321